Mondine e droni Una storia antica proiettata nel futuro.

“Pavan”

Il cognome è di origine veneta, più precisamente a Rovigo dove ancora oggi è il cognome più diffuso. E’ proprio da lì che nasce la nostra famiglia contadina, in una zona detta polesine tra i comuni di Adria, Taglio di Po, Corbola, Bottrighe.

Le umili origini

Nel lontano 1961 il mio bisnonno Giuseppe Pavan arriva  in Piemonte in cerca di fortuna. Arrivato in provincia di Novara trova lavoro nella frazione di Gionzana come manovale. Dopo qualche anno si sposta a Garbagna Novarese, tuttora sede della nostra Azienda Agricola. A Garbagna trova lavoro in un’azienda locale come capo falciatore e contemporaneamente inizia ad acquisire dei  terreni  in paese ed inizia ad allevare qualche bovino per uso famigliare.

Sulle orme del padre

I figli ormai grandi continuano sulle orme del padre ed iniziano ad ingrandire la stalla ed a acquisire più terreni. Così mio nonno Otello e suo fratello Nevoglio fondano nel 1961 l’omonima Azienda Agricola Pavan. Negli anni ’70 dopo varie problematiche interne l’azienda si divide e mio nonno Otello con la moglie Elsa danno seguito all’attività agricola, combattendo con tutte le difficoltà del momento.

Gli anni dello sviluppo

Mio papà Osvaldo, classe 1965, già in giovane età è parte integrante dell’azienda e nel 1980 vi entra definitivamente. Da allora vi è un lento ma costante sviluppo aziendale, specialmente a livello agricolo (non è appassionato di zootecnia). Verso la fine degli anni ’80 a causa di necessarie ristrutturazioni alla stalla, si decide di chiuderla e da allora l’azienda sarà unicamente a vocazione cerealicola, più precisamente risicola, essendo il territorio del basso novarese particolarmente indicato alla coltivazione delle migliori varietà di riso. Nel 1993 mio nonno Otello va in pensione e mio papà prende le redini aziendali fino all’anno scorso, quando mi cede una parte dell’azienda di famiglia. Si può quindi dire che l’Azienda Agricola Pavan è alla quarta generazione.

L’Azienda oggi

L’Azienda ad oggi coltiva oltre 30 ettari di campi coltivati per la maggior parte a riso, la parte restante a mais e ad ortaggi. Le varietà di riso coltivate sono Carnaroli, Vialone Nano, Baldo, Apollo e la new entry Razza 77; il mais coltivato è il pignoletto Rosso, un antica varietà di mais adatta per la produzione di farina per polenta.

di Alessandro Pavan, 2018.